Home

Il mio tutto è talmente vicino al niente,

che ho voglia di appallottolarlo in una mano

e gettarlo via.

Eppure, quando lo osservo,

così, ritorto su se stesso,

pieno di bagliori e forme scoscese,

quasi dispero di potermene mai liberare.

Perché quel tutto, che è anche un’immensa pochezza,

è ciò che ho oggi,

sono i sassolini che ho raccolto in spiaggia,

i libri che ho letto a tarda notte,

la musica che ha accompagnato i miei pianti,

le persone che ho incontrato,

le idee che mi hanno cambiata.

Tutto ciò che ho amato e profondamente odiato,

tutto ciò che mi attrae e mi disgusta,

sta lì, occhieggiando sul mio palmo,

denso di memoria mai sopraffatta.

Il mio tutto è talmente vicino al niente,

che ho voglia di buttarlo lontano.

Ma cosa resterebbe, allora, di me?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...