Home

E’ un’opportunità, ed è una sfida. E’ un mondo che si apre, ed è un po’ la negazione del mondo a cui eri abituato. E’ il dare tutto per una causa, e avere in fondo al cuore l’incertezza sul fatto che il tuo dare tutto conti veramente di fronte a certi titoli di giornali, a certe improvvide sortite.

E’ appagante, ed è frustrante. Ti permette di conoscere persone meravigliose e di venire a contatto con la generosità, ma anche con il mero calcolo.

Al di là di tutto, credo ci sia molto più da guadagnare rispetto a ciò che si può perdere. Credere in qualcosa, in quest’epoca nichilista, è già un’importante conquista. E ve lo dice qualcuno che raramente ha avuto bisogno di credere in qualcosa o qualcuno. Invece adesso a una cosa credo, ed è che ciascuno di noi deve fare tutto il possibile per cambiare il mondo che ci circonda.

Ci piace la paura? Ci piace la logica del consenso senza contenuti? Ci piace l’abbrutimento morale? Ci piace la progressiva negazione dei diritti? A me tutto questo non piace. E non intendo stare sul divano a sbuffare mentre il mondo va a rotoli. Ho avuto la grande opportunità di essere qui e ora. Manovalanza della politica, certamente. Ma senza questa manovalanza – di tante persone, che donano tempo ed energie – non sarebbe possibile portare avanti le piccole grandi attività di ogni campagna elettorale.

Mentre la vita del 90% delle persone scorre su binari accidentati, noi siamo qui a ricordare loro che fra gli affanni della quotidianità c’è ancora un piccolo dovere da compiere. Quello di pensare e di decidere giorno dopo giorno, con ogni azione e pensiero. Sembra eccessivo, ma è la radice della cittadinanza. Ecco perché a chi mi circonda, a chi non capisce il perché della mia assenza, a chi si domanda cosa sto facendo, a chi si chiede se io sia impazzita, rispondo: è vita da campagna elettorale. Una vita grama, in cui non mancano le difficoltà. Ma è l’unica vita che può farmi dormire sonni tranquilli in questo momento della mia vita e delle nostra storia. A tutti – conoscenti, amici, compagni di avventura e di sventura – va un solo invito. Quello di cogliere la grande occasione del 14 novembre per dare il proprio contributo al cambiamento. Votando Stefano Boeri e scegliendo di agire in prima persona per una Milano migliore.

Annunci

2 thoughts on “Una vita da campagna elettorale – primarie 2010, Milano

  1. Pingback: links for 2010-11-09 « Champ's Version

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...